FOTO

Fotografie di Ersilio Mezzini

Galleria di foto (provenienti in massima parte dal Fronte Russo) riguardanti Ersilio Mezzini, barelliere portaferiti dell’Ospedale da Campo mobilitato n. 836, in forza alla Divisione Pasubio. Le immagini fanno parte dell'archivio della signora Maria Teresa Mezzini.

89 Foto

Fotografie di proprietà di studiosi

Galleria fotografica di esperti, studiosi o appassionati della Campagna di Russia. Le immagini - provviste di copyright - provengono dal Fronte Russo e ritraggono vari soggetti, dai Bersaglieri ai soldati tedeschi. Sono state acquistate, oppure appartengono al soggetto indicato nella didascalia tra parentesi e sono state prestate al sito del 120°.

20 Foto

* * * * *

* * * *

  1. Carlo D’Achille
    16 febbraio 2012 a 12:18 | #1

    Desidero complimentarmi per il lavoro storico meraviglioso realizzato, non solamente con spirito scientifico, ma, soprattutto, con l’affetto e l’amore di chi ha pagato in prima persona la dedizione alla propria Patria ed al proprio dovere. Nella speranza che queste testimonianze e questi valori non vadano perduti, ma servano d’esempio per la società attuale, porgo i miei più cordiali saluti alla sig.ra Maria Teresa.
    Carlo D’Achille

  2. Patrizia
    2 febbraio 2012 a 19:12 | #2

    @Luigi Fusconi
    Salve, signor Luigi.
    Presumo che il commento sia indirizzato alla signora Maria Teresa. Provvedo subito ad avvisarla.
    Cordiali saluti.
    Patrizia

  3. Luigi Fusconi
    2 febbraio 2012 a 19:03 | #3

    Abbiamo visionato con piacere e grande emozione il materiale che ha pubblicato. La ringraziamo per avere inserito la foto del nostro congiunto Francesco Fusconi.
    In questo periodo stiamo leggendo un libro in cui è pubblicato il diario di un reduce della Russia, Elio Ricci.
    Il libro è scritto dal bellariese Arnaldo Gobbi e si intitola “Nell’inferno della steppa russa”. Non ha un valore letterario particolare ma dal punto di vista storico è molto dettagliato e contiene anche parecchie fotografie.
    Se le interessasse una copia non esiti a dircelo.
    Ancora oggi ogni volta che se ne presenta l’occasione, parliamo con amici e parenti per avere informazioni e notizie che possano interessarle.
    Grazie, cordiali saluti da tutta la famiglia Fusconi

  4. Stefano Vincenzi
    30 gennaio 2012 a 18:43 | #4

    Buonasera a tutti. Era da tempo che cercavo documentazioni fotografiche sull’836° Ospedale da Campo dove ha prestato servizio mio nonno paterno Gino (Dino) Vincenzi classe 1915 di Gatteo (Forlì), con il grado di Sergente. Ieri sera casualmente mi sono imbattuto in questo servizio fotografico e ho avuto un tuffo al cuore quando ho riconosciuto il nonno in alcuni scatti di gruppo. Il nonno si é salvato dall’inferno della Russia, ma purtroppo é deceduto nel 1982 a causa di un carcinoma prostatico. Del periodo bellico conservo ancora la sua piastrina di riconoscimento in rame e una copia (successiva) del Foglio Matricolare. Sicuramente deve aver conosciuto Ersilio Mezzini perché é ritratto nella foto di gruppo scattata prima della partenza per la Russia (il nonno é la persona con i baffi accosciata vicino a Primo Magni). Un cordiale saluto
    Stefano Vincenzi
    P.S. Come posso fare per avere una copia delle foto in formato digitale tale da poterle ingrandire ?

  5. 15 gennaio 2012 a 21:50 | #5

    Vorrei sottolineare ai lettori di questa bacheca che il Sig. Silvano riferisce il suo commento alla persona proprietaria della galleria delle foto di Ersilio Mezzini.
    Ringraziamo il sig. Silvano per aver concesso, tra le tante, anche le sue foto, per aver scritto e apprezzato la pubblicazione dell’archivio e del racconto su Ersilio Mezzini scritto da Patrizia Marchesini che vi invito a leggere cliccando qui.
    Approfitto a mia volta per ringraziare la sig. M.T. Mezzini per la fiducia che ha dimostrato, concedendo la pubblicazione di foto così personali su questo sito. Ringrazio anche Patrizia Marchesini che si prodiga sempre con grande competenza, impegno e attenzione per rendere i contenuti del sito sempre più di qualità.
    Per il suggerimento del sig. Silvano, relativo ai caduti, si potrebbe considerare di fare anche questa verifica. Suggeriamo però di raccogliere i nomi e i dati che si evincono dalle foto per valutare una eventuale indagine in merito.
    Cordialmente
    AODL

  6. Silvano Zitti
    15 gennaio 2012 a 19:45 | #6

    Complimeti vivissimi a lei e suo marito per la interessante documentazione pubblicata e grazie per aver inserito anche cinque mie fotografie relative ad una vasta “area” in cui suo Papà potrebbe aver operato.
    Molto interessante anche le foto concernenti le sopolture dei Caduti, che, sicuramente, sono stati poi sepolti in un cimitero campale, a cura del Cappellano militare. Se si riescisse a definire le esatte generaltà di ciascuno, si potrebbe anche verificare se, dopo gli anni ‘90, sono stati recuperati e rimpatriati. Saluti cordiali.
    Silvano Zitti