CERCO INFOMAZIONI SU…

In questo spazio verranno pubblicate richieste di notizie riguardanti un disperso, un reduce, una divisione o un reggimento.

Se preferite scrivere all’amministratore del sito usate la mail del centoventesimo,  riceverete una risposta nel più breve tempo possibile.

NOTA
__________________

  • Chi amministra questo sito non è in grado di dare informazioni o documentazione sui dispersi e sui reduci, ma si sforzerà comunque di fornire consigli utili su come indirizzare al meglio la ricerca.
  • Le foto pubblicate sopra nell’immagine esplicativa di questa pagina sono state prelevate da altri siti e non appartengono a questo sito. Se i proprietari di queste foto non gradissero il loro utilizzo possono scriverci per rimuovere o modificare le foto.
  1. patrizia
    19 giugno 2010 a 8:18 | #1

    @bonardi costante
    Il primo passo è consultare il foglio matricolare di suo padre. Se non ne fosse in possesso, occorre rivolgersi al distretto militare da cui dipendeva il suo papà. Tenga presente che i distretti militari sono denominati – dal 2000 – Centri Documentali. Una lista dei centri documentali è disponibile sul sito: Esercito italiano – I Centri Documentali Uffici Relazioni col Pubblico

    Un cordiale saluto.

    Patrizia

  2. bonardi costante
    18 giugno 2010 a 22:53 | #2

    desidero sapere mio papa bonardi costante ritornato mutilato dalla russia se era nella tridentina o julia .grazie

  3. 13 giugno 2010 a 16:36 | #3

    Cercando tra le mail datate ho recuperato un vecchio messaggio di richiesta d’aiuto, già pubblicato sul sito dell’Unirr, al quale avevo tentato di dare delle indicazioni. Lo reinserisco oggi in bacheca per renderlo pubblico ai visitatori del sito.

    Autore: Michela Greiner

    “Se qualcuno avesse notizie o avesse conosciuto il Tenente Colonnello Michele Campanella, di TorreMaggiore, Divisione Vicenza, 278 Regimento Fanteria, morto forse ad Oranki nel Marzo 1943, sarei enormemente grata se mi si contattasse.

    Grazie in anticipo
    Michela Greiner

  4. Davide De Vita
    29 maggio 2010 a 11:19 | #4

    Salve, ho già ringraziato il sig. Di Leonardo via mail e ringrazio anche Silvia per la pronta risposta. Intanto dobbiamo fare la prima correzione, la classe di Cao Mario non era il 1921 ma il 1913 o 1914. Inoltre non ci risulta che fosse tenente, mentre è possibile che abbia avuto qualche onoreficenza, poichè le “leggende di famiglia” raccontano di un commilitone portato a spalle nel tentativo, poi risultato vano, di salvarlo. Naturalmente, poichè appunto si tratta di “leggende di famiglia” la loro veridicità è come minimo dubbia. Grazie ancora comunque per gli utilissimi suggerimenti e, come scritto al sig. Di Leonardo, vi aggiorneremo sugli sviluppi delle ricerche.

    Davide De Vita

    • 29 maggio 2010 a 11:36 | #5

      @Davide De Vita
      Gentilissimo sig. Davide,
      grazie a lei e a sua moglie per aver apprezzato lo spirito con il quale viene gestito il sito. Quando si inizia una ricerca in questo senso è bene non tralasciare nulla, sopratutto quelle “leggende” familiari perché spesso, non solo vengono confermate ma si arricchiscono di particolari nuovi e inaspettati. Quindi auguro a sua moglie e lei di riuscire a trovare più informazioni possibili dalle fonti ufficiali. Saremo qui in attesa di novità in merito.

      Un cordiale saluto
      Achille Omar Di Leonardo

  5. Silvia
    28 maggio 2010 a 23:16 | #6

    @Davide De Vita
    Buongiorno,
    dovrebbe prima di tutto cercare il suo foglio matricolare. Essendo classe 1921 dovrebbe essere ancora nei centri documentali, se per caso non lo è più può rivolgersi agli archivi di stato della città del competente centro documentale. Il centro documentale è l’ex distretto militare, qui c’è l’elenco: Esercito italiano – I Centri Documentali Uffici Relazioni col Pubblico

  6. Davide De Vita
    28 maggio 2010 a 11:47 | #7

    Buongiorno. Poichè non saprei proprio da dove cominciare, provo con voi. Cerco notizie di Cao Mario, classe 1921, da Cagliari, che era il padre di mia moglie. Sopravvisse alla ritirata di Russia, e tornato a Cagliari si sposò ed ebbe dei figli, ma non possediamo più nulla di quand’era militare. Non sappiamo purtroppo nemmeno a quale reggimento appartenesse, se non che era con gli alpini, non vorrei farvi perdere tempo ma soltanto cominciare a raccogliere qualche indizio utile, grazie.

    Davide De Vita

    • 29 maggio 2010 a 0:22 | #8

      @Davide De Vita
      Gentile sig. Davide,
      grazie per aver visitato il sito del 120° e per aver pubblicato il suo commento.

      Come potrà notare in Bacheca ha già ricevuto una risposta da Silvia.
      Le confermo quindi quanto le è stato già indicato. Per avere le prime notizie ufficiali sulla vita militare di suo suocero, deve fare richiesta del “foglio matricolare” presso il distretto militare al quale il comune, in cui suo suocero era residente al momento della chiamata alle armi, faceva riferimento. Se non dovesse ricordarlo, provi a telefonare in ogni caso al distretto militare di Cagliari dove sapranno darle delle indicazioni più precise. Ad ogni modo chieda anche le modalità di richiesta del foglio matricolare. Spesso le procedure cambiano da distretto a distretto.
      Le indico quindi un recapito al quale rivolgersi:

      Distretto Militare, Forze Armate a Cagliari, Sardegna
      Viale Calamosca, 29
      Indirizzo Postale: 09126 Cagliari
      Telefoni: 0703837171 – 07060343270 – 07060343292
      Segreteria 07060343264 – 070380981
      fax: 070380981

      questo è il link alla pagina informativa dalla quale sono stati prelevati i dati con piantina di localizzazione della zona in Cagliari: Esercito italiano – Comando Militare Autonomo Sardegna. Il Centro Documentale di Cagliari
      Ho inoltre fatto una ricerca su una pagina utilissima del sito Controstoria.it che da’ la possibilità di sapere l’onorificenza che è stata eventualmente assegnata al soldato. Ho provato a inserire il nome di suo suocero ed è venuto fuori quanto segue:

      Nominativo: CAO Mario
      Onoreficenza: Croce di Guerra al Valor Militare
      Grado: Tenente
      Reparto: 1 Quartier Generale dell’8ª Armata ed Unita’ Dipendenti

      Essendo il nome Mario un nome molto comune prenderei questa indicazione con riserva, potrebbe non essere suo suocero anche se, trattandosi di un elenco dei soldati dell’Arm.I.R., è possibile che possa trattarsi di lui, i casi di omonimia in questo caso si ridurrebbero. Ma per esserne certi bisognerà procurarsi il foglio matricolare, lì troverà le informazioni sicure.

      Quando avrà ottenuto il foglio matricolare saremo lieti di prenderne visione e di provarle a dare una mano per reperire ulteriori informazioni sul reparto di appartenenza anche con l’aiuto dei visitatori del sito.

      Ci tenga aggiornati.

      Un cordiale saluto
      Achille Omar Di Leonardo

  7. Patrizia
    17 maggio 2010 a 10:11 | #9

    @giurini oliviero
    Purtroppo non sono riuscita a scoprire molto. Il campo di Reni era identificato dal numero 38 e si trovava in Ucraina, vicinissimo al confine con la Romania e l’attuale Moldova.
    Secondo il “Rapporto sui prigionieri di guerra italiani in Russia” nel campo di Reni (Ucraina, al confine con la Romania, Regione di Izmailia) morirono 673 nostri militari e vi furono rinchiusi i soldati italiani trovati dai Russi nel 1944 nel campo di Bor, in Serbia. Secondo il libro di Maria Teresa Giusti (I prigionieri italiani in Russia) a Reni morirono 429 italiani. Cercando sul web notizie sul campo di Bor ho scoperto che esso si trovava ai confini con la Bulgaria, nei pressi della più grande miniera di rame d’Europa. Cenni su Bor e su Reni li ho trovati in un sito che parla di un marinaio italiano, Armando Gaiba, impegnato nella difesa dell’isola di Lero e da qui deportato dai Tedeschi a Bor e, in seguito e presumibilmente dai russi, a Reni. (vedi link di seguito riportato) ARMANDO GAIBA E LA DIFESA DELL’ISOLA DI LERO

    Cordiali saluti

    Patrizia

  8. giurini oliviero
    13 maggio 2010 a 21:57 | #10

    cerco informazioni su mio nonno baioni ludovico caduto in russia nel febbraio del 1945 so che è sepolto a Reni ma vorrei saperne di più

  9. patrizia
    22 febbraio 2010 a 7:57 | #11

    Rispondo al signor Antonio Gargiulo:

    Da una consultazione veloce della banca dati on line del Commissariato Generale Onoranze Caduti in Guerra, il suo congiunto (se nato il 14.10.1922) risulta deceduto in data 14.12.1942, località russa sconosciuta.

    Rispondo al signor Alessandro Ingardia:

    Ho tentato una ricerca veloce anche per il fratello di suo nonno, ma non risulta nella lista dei deceduti. Provi, con tutti i dati in suo possesso (nominativo, data e luogo di nascita) a contattare – qualora non l’avesse già fatto – il suddetto Commissariato (Onorcaduti).

    Per tutti quelli che lo desiderano una ricerca rapida sulla data del decesso e, se conosciuto, sul luogo di sepoltura, è possibile qui: Banca Dati sulle sepolture dei Caduti in Guerra

    Cordiali saluti.

    Patrizia

  10. saverio agostinelli
    19 febbraio 2010 a 17:01 | #12

    Vi ringrazio per le informazioni datemi su Giuseppe Bassi dopo un contatto telefonico ci siamo scritti. Grazie ancora e appena potrò vi spedisco qualcosa.

  11. Antonio Gargiulo
    17 febbraio 2010 a 10:41 | #13

    Mio zio si chiamava Gargiulo Angelo nato a Gragnano in provincia di Napoli, risulta disperso, in Russia, cerco notizie, elenco dispersi o altro, grazie

  12. Alessandro Ingardia
    10 febbraio 2010 a 10:47 | #14

    Salve cerco notizie sul fratello di mio nonno si chiamva Bartolo Ditta’ era inncorporato nel 120 rgt artiglieria motorizzato, 1° gruppo, 1° batteria. Non abbiamo avuto piu notizie dopo la sua seconda lettera che risale a una data del 17 gennaio 1943. Se qualcuno sa qualcosa fatemi sapere. Grazie, Alessandro…

  13. Saverio Agostinelli
    24 gennaio 2010 a 19:31 | #15

    Ho un nonno morto prigioniero in russia nel campo di prigionia a Tiomnikov era del 120° artigliera mot. primo gruppo seconda batteria. Ho letto nel vostro sito dell’intervista al sig. Giuseppe Bassi nome che ho trovato anche nelle lettere di mio nonno. Vorrei sapere se questo signore sia ancora in vita e in salute perchè mi farebbe piacere parlarci. Se aveste un indirizzo ed un numero di telefono da inviarmi di lui vi ringrazio tantissimo.

  14. Roberto Rozzato
    24 gennaio 2010 a 18:27 | #16

    Buongiorno sto cercando notizie su mio nonno Dalla Valle Carlo nato a Cologna Veneta il 14/09/1911 è disperso in guerra dal 27/09/1944.

    grazie a chi può aiutarmi.

    saluti

  15. Luigia Apuzzo
    18 gennaio 2010 a 1:05 | #17

    @Patrizia
    grazie delle informazioni datemi la saluto

  16. Tatiana Tivoli
    15 gennaio 2010 a 18:06 | #18

    Cerco notizie su mio nonno BOZZA OMERO nato a Palermo e disperso nella Campagna di Russia del ‘43. Partì volontario lasciando in attesa del suo ritorno moglie e tre figlie piccoline a Tivoli (Rm).

  17. Patrizia
    15 gennaio 2010 a 17:06 | #19

    @Luigia Apuzzo

    Probabilmente è un passo che ha già fatto, comunque sul sito del Commissariato Generale Onoranze Caduti in Guerra (Onorcaduti) Rocco Apuzzo, nato a Scafati il 19/10/1918, risulta deceduto in Russia il 31/01/1943, luogo sconosciuto. Tenga presente, però (di sicuro saprà anche questo) che tale data di decesso venne assegnata a molti nostri militari quando, all’uscita dalla “sacca”, si fecero i primi conteggi ufficiali delle perdite. Per conoscere il reparto di appartenenza di suo zio (e cercare notizie in maniera più mirata) potrebbe contattare, oltre a Onorcaduti, anche l’UNIRR. Sono i soli ad avere una lista di tutti gli scomparsi dell’ARMIR.
    La saluto cordialmente.
    Patrizia

  18. Luigia Apuzzo
    4 gennaio 2010 a 0:36 | #20

    Cerco notizie su mio zio disperso in Russia, non conosco il Reggimento il suo nome era Rocco Apuzzo di Scafati (SA)

  19. Patrizia
    21 dicembre 2009 a 15:05 | #21

    Mio nonno si chiamava Eczelio Venturi, anche se tutti lo chiamavano Ezio. Era nato a Pianoro (Bo), il 14.10.1911.
    Faceva parte del Reggimento Artiglieria a Cavallo, II° Gruppo, 4a Batteria.
    Arrivò sul fronte russo nel dicembre 1942 con i complementi; la sua ultima lettera risale al 6 gennaio 1943.
    Forse prigioniero in un campo nell’entroterra di Arhangel’sk, lungo il fiume Dvina.
    Cerco notizie e/o reduci del Reggimento. Grazie.

  20. Rosangela Vistola
    18 dicembre 2009 a 18:38 | #22

    Cerco notizie su di un disperso in Russia il 17 dicembre 1943 – PORTA FERDINANDO di CALTAGIRONE (CT)

Pagine dei commenti
1 2 3 ... 6 6