Autocarro Alfa-Romeo 500
Scheda di Lorenzo Tonioli

Caratteristiche
Passo 4,20 m
Carreggiata anteriore m. 1,66
Carreggiata posteriore m. 1,68
Lunghezza m. 7,02
Larghezza m. 2,20
Altezza m. 2,25
Raggio di volta m. 7,20
Portata kg. 2200
Pendenza massima superabile 27 %
Velocità massima km/h 45
Autonomia km 400 per 100 litri (contenuto del serbatoio)

Motore a gasolio

Le foto sono state prelevate da altri siti
L’Alfa-Romeo mise in produzione negli anni ’30, e fino a dopo lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, un modello medio detto “500” che – pur se concepito prima del decreto di unificazione del 1937 che disciplinava le caratteristiche tecniche costruttive degli autocarri – corrispondeva all’incirca ad un tipo medio unificato. L’Alfa-Romeo 500 venne prodotto sia in versione civile che militare per il Regio Esercito. Venne sicuramente impiegato anche in Russia.
Se ne conoscono versioni blindate utilizzate nei Balcani ed una versione autofficina (su telaio a tre assi) con rimorchio Viberti.
Il telaio dell’Alfa-Romeo 500 venne anche utilizzato per allestire autobus militari. Un certo numero di questi autobus venne appositamente modificato dalla ditta Macchi di Varese (e da altre ditte) per costituire il cosiddetto “Autotreno Comando” (vedi scheda).
BIBLIOGRAFIA
“Gli autoveicoli tattici e logistici del Regio Esercito italiano fino al 1943” di Nicola Pignato e Filippo Cappellano (Stato Maggiore dell’Esercito – Ufficio Storico) Roma 2005

NB. Le foto prive di didascalia sono state prelevate da altri siti o da riviste. Chiunque riconoscesse le foto come proprie può segnalarcelo. Inseriremo la didascalia secondo la vostra segnalazione oppure, se ci verrà richiesto, le toglieremo dalla scheda.

Torna alla sezione principale >>